IL LAVORO IN CANTINA

Dopo il faticoso e minuzioso lavoro svolto in vigna durante tutto l’anno, le uve dei nostri vigneti arrivano in cantina, dove per la vinificazione utilizziamo strumenti semplici e ben rodati dalla lunga esperienza.

La fermentazione dei vini di Pruneto avviene da sempre in tini di cemento da 30 hl. La vinificazione in vasche di cemento è stata recentemente rivalutata per le note caratteristiche coibentanti di questo materiale, che si presta meglio dell’acciaio a questa delicata fase di lavorazione. Ci affidiamo alla fermentazione spontanea data dai lieviti che naturalmente si sviluppano nel mosto d’uva, preferiamo quindi l’azione dei lieviti autoctoni all’inoculazione di lieviti selezionati. Per i travasi e per lo stoccaggio dei vini usiamo dei tini di acciaio inox da 15 e 50 hl.

La maturazione e l’invecchiamento avvengono poi in botti di rovere di Allier e Slavonia da 30 e 23 hl. che sono state recentemente asciate per ravvivarne il legno e prolungarne la longevità. I Chianti Classico invecchiano in legno per una periodo che va dai 24 ai 36 mesi, a seconda delle caratteristiche di ogni annata. I vini Riserva restano in botte per un lasso di tempo più lungo, solitamente tra i 36 e i 48 mesi. In cantina non usiamo alcun tipo di prodotti sintetici e limitiamo al minimo l’utilizzo di solfiti. I valori di anidride solforosa presenti nei nostri vini non superano i 60 mg/l, e non eseguiamo alcun tipo di filtrazione.

L’affinamento dei vini di Pruneto avviene poi in bottiglia, per un minimo di 4 mesi per le annate Chianti Classico e di 6 mesi per quelle Riserva.

Azienda Agricola Pruneto, Radda in Chianti (SI) – info@pruneto.it – (0039) 0577 738013